Passa ai contenuti principali

Post

Ma tu sei dentro o fuori la restrizione?

Ma del filtro restrizione di Youtube ne vogliamo parlare? Anzi no! Per un approfondimento guarda i video su Youtube, o cerca in rete cosa è accaduto a causa delle Fake News, e della ritirata momentanea degli inserzionisti da Youtube.
 Per semplificare possiamo dire che il filtro restrizioni, algoritmo che divide i contenuti in quelli adatti a tutti, da quelli adatti solo per un pubblico adulto, è stata la risposta di Youtube agli inserzionisti che hanno boicottato la piattaforma.
Che un bel giorno hanno deciso di non spendere nemmeno un dollaro in pubblicità su Youtube, in attesa di risposte.
 Dopo che la loro pubblicità è finita su diversi video che inneggiavano odio razziale, terrorismo ecc.. Una risposta forte che sta mettendo in ginocchio diversi Youtuber che da un giorno all’altro si sono ritrovati con un calo di visualizzazioni e dei guadagni. In Italia il calo è ancora più forte perché è un mercato piccolo.

Ritorniamo al passato 2012..
 Un po’ quello che è accaduto anni fa, n…

Sul web c'è troppa cattiveria

Sul web c’è troppa cattiveria, ma il web è fatto di persone quindi le persone sono cattive. Comunque, farei distinzione tra i messaggi.
 Quelli lasciti da esseri umani dietro finta protezione dell’anonimato che si sentono autorizzati a dire di tutto. E commentare in ogni posto sul web dove è prevista la possibilità di lasciare un commento. Ai messaggi creati dai bot,per portare traffico e alimentare la discussione.
 Media e giornali si sono accorti troppo quanto sta accadendo sul web, è trattano questo argomento con troppo superficialità. Con l’obbiettivo finale di discreditare il web e non di educare le persone a utilizzare meglio il web, e altri gadget tecnologici diventati di uso quotidiano.
Ma attenzione anche ai messaggi violenti, cattivi, ineducati, chiamateli come volete creati per dare visibilità alla star, politico, cantante, personaggio  famoso o meno. Tra poco il tema violenza sul web e cyberbullismo sarà abbandonato per parlare di il televisore o il frigorifero ci spia…

Fate schifo!!!!

Fate schifo, si può dire oppure è troppo forte intitolare un post con fate schifo!!! Invece di andare in televisione a parlare di web tax, digital tax, e altri modi per aumentare le tasse e fermare il progresso. State in Parlamento lavorate e approvate le leggi che sono ferme da dieci anni, che per voi sono troppo scomode per essere approvate. Sono troppe le persone abbandonate al loro destino che soffrono e che attendono aiuti...

Google non conosce le copie parte seconda

Google non riconosce la roba scopiazzata avevo già scritto questa cosa molto tempo fa. Ti faccio un esempio per farti capire, forse, ma ti avviso che non l’ho capito nemmeno io. Di recente brand conosciuti sul territorio italiano hanno iniziato a creare un loro blog o magazine, non usano solo la pagina di Facebook. Tra l’altro poco movimentata nonostante il milione di mi piace e le migliaia di condivisioni. Perché il brand è conosciuto ma gli utenti di quella pagina sono poco attivi. Qualcuno li attivi…

Il prelievo forzoso lo può fare solo..

Sono settimane, anzi mesi che gira su internet questa voce sul prelievo forzoso in stile Amato 1992. Se in quel periodo none esistevi cerca su google cosa è fece il Governo Amato nella calda estate del 92, per portare soldi nelle casse vuote dello Stato, avvenne tutto in una notte di luglio. Oppure vai sui siti dei quotidiani online e cerca nell’archivio storico.

dp il nuovo che avanza

Che fantasia chiamare un partito dp democratici progressisti, un nome che è tutto un programma. Se questi del dp non vogliono far la fine di Fini, scusa il gioco di parole, e di Casini, devono evitare di farsi etichettare come il nuovo partito dei comunisti. Perchè dai primi discorsi sentiti questo mi sembra che sia, per carità le ambizioni sono buone.
 Ma i loro buoni propositi si scontrano con la voglia di vecchi dinosauri di ritornare sulle poltrone che contano, dopo che sono stati messi in secondo piano dal piddi di Renzi. E la dura realtà del mondo del lavoro sempre più precario e con la robotica che nel prossimo decennio la farà da padrone.
Altro che Articolo 1, qua ci vuole un forte cambiamento di rotta,un cambio di mentalità e culturale, se volete che i vostri figli un domani trovino lavoro e non rimangano precari per sempre. Sperando che al timone dell’Italia non arrivi un altro Schittino.
Capito Mattè, questo vale anche per te, altro che lavoro di cittadinanza. Comunqu…

Stavano tutto i giorno a strisciare il badge

Pare che all’ospedale di.. lavorassero solo in due, quelli che dovevano strisciare i cartellini dei loro colleghi che avevano cose più importanti da fare che mandare avanti un ospedale. Come una partita di tennis, andare in tv, al ristorante, mandare avanti la clinica privata della moglie, o servire ai tavoli di un ristorante. Un film già visto e rivisto, stesse scene riproposte in gran parte dell’Italia. Tipico malcostume italiano dove una parte di lavoratori sotto le dipendenze di tanto paga pantalone gode di tutele e privilegi, e possono permettersi di farsi i cazzi loro. E se ne fregano delle telecamere che li inquadrano mentre abbandonano il posto di lavoro, o inquadrati mentre strisciano il budget per decine di volte. Tanto nemmeno uno sarà licenziato, trasferiti in altre strutture forse. Mentre c’è una bella fetta di lavoratori che lavora per il privato con contratti con tutele decrescenti, stipendio flessibili, e un giorno avrà una misera pensione. Se riesce ad arrivare s…