Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Marzo, 2018

Da rottamatore a rottamato

Gli incentivi elargiti in passato per conquistare gli italiani, e la piccola ripresa economica, per ora visibile solo al Nord, non sono bastati al Pd per riconquistare la fiducia del paese.
 Stiamo parlando di un partito che prima della scissione con Bersani e company aveva quasi il 40% adesso riesce ad arrivare appena al 18%.

 Evidentemente le promesse della Lega su immigrazione e taglio delle tasse, e il reddito di cittadinanza dei Cinque stelle hanno fatto più presa sull’elettorato.

 L’unica nota positiva di queste elezioni che in molti hanno ammesso la sconfitta. Negli anni passai tutti vincevano e nessuno perdeva...
 Che fine farà il povero Renzi che era arrivato al potere dando un bel calcio nel sedere al povero Letta?

Come diventare ricco. La guida definitiva

Anche tu stai cercando un modo per diventare ricco?
E’ il sogno di tutti trovare la ricchezza il sacro grall degli anni duemila che solo in pochi riescono a trovare. Ma come hanno fatto i ricchi a diventare ricchi? Esistono delle regole da seguire, uno stile di vita, un comportamento da adottare per diventare ricchi?
Se bastasse un insieme di regole da seguire per trasformare un povero in ricco basterebbe metterle in pratica e nel mondo non ci sarebbero così tanti poveri e pochi ricchi.
Bill Gates, Warren Buffet, Marck Zuckerbeg non sarebbero casi isolati ma la regola.
Pensa che la ricchezza del mondo è in mano al 10% della popolazione.
Gli altri passano la loro misera esistenza a lavorare come schiavi per un misero salario che nemmeno basta, ad ammalarsi, a pagare tasse e debiti, a patire la fame. E a seguire il mito di fare soldi facile in fretta e come diventare ricchi. In pratica diventano un attivo dei ricchi…
Se poi guardiamo la realtà italiana la situazione è deprimente non e…

E adesso tacete...

Cosa ci ricorderemo della campagna elettorale del 2018? Tante promesse elettorali, e tane botte in piazza, con manifestanti che si sono presi a coltellate, bottigliate in testa e mazzate di botte .
Questa è la triste storia che i media stranieri hanno raccontato dell’Italia nelle ultime settimane.

 Non è normale che un paese come l’Italia il terzo per importanza dell’Unione Europea, durante le elezioni si prenda a mazzate.
 Vedono forti somiglianze con la Grecia, e ci ricordano che il Bel Paese è il secondo Stato dell’Unione con il più alto indebitamento, prima di noi c’è la Grecia. Un paragone che non sta in piedi, nonostante tutte le difficoltà l’Italia è ancora mezza solida.

 Mezza perchè l’altra metà ormai se l’hanno mangiata, ma ci basta per stare in piedi.
 Ma è questa l’immagine che politici e manifestanti hanno dato dell’Italia in questo periodo pre- elettorale.
E adesso tacete, smettetela di bucare i palloni, andate a votare e vinca il meno peggio...