Passa ai contenuti principali

I fantasmi di Etruria minacciano il governo

Quanto scrive Ferruccio De Bortoli sul suo nuovo libro che la Boschi ha chiesto a Ghizzoni, quando era dirigente di Unicredit, di acquistare Etruria penso che sia vero. Per dovere di cronaca la Boschi ha smentito le indiscrezioni del giornalista, e ha sguinzagliato i suoi avvocati.
E da Unicredit non hanno confermato il retroscena, ma forse hanno smentito.

Anche se sbagliato visto che tra i dirigenti di Banca Etruria figurava anche papà Boschi, non ci trovo niente di male che un ministro, ex oggi, parli con i vertici delle banche per salvare una banca.
Scherzo :(, non vorrei ricevere la lettera di qualche avvocato.

Non dimentichiamo che Etruria non trovava un compratore.
Solo la Popolare di Vicenza a inizio 2015 aveva manifestato interesse per la banca toscana.
Ma nel giro di pochi mesi si scoprì che si era trattato di un grande bluff del vignaiolo. L’aumento di capitale della Popolare di Vicenza che serviva per raccogliere soldi per fare acquisizioni, in realtà era servito per sistemare i conti della Popolare di Vicenza.
A quel punto, si doveva risolvere la grana Etruria prima dell’introduzione del bail-in, che sarebbe scattato a gennaio 2016 e che avrebbe causato perdite anche ai correntisti.

Bene ha fatto Unicredit a non prendere la patata bollente dalla Boschi, e lasciare che Etruria venisse salvata dal governo tramite decreto che ha scisso la banca in due società quella buona e quella malata.
Ma che ha causato gravi perdite a chi aveva investito in azioni e obbligazioni subordinate di banca Etruria.

Anche Unicredit, la seconda banca del paese, in quel periodo stava passando un brutto momento.
Si doveva occupare dell’aumento di capitale della Popolare di Vicenza,ma all’ultimo momento ha abbandonato l’incarico per l’enorme perdita che avrebbe causato alla banca la sottoscrizione di parte dell’aumento che gli azionisti non avrebbero sottoscritto. E con i conti non proprio buoni acquisire Etruria sarebbe stato un disastro.

A proposito che fine ha fatto la parte buone di Etruria?
Da poco è stata ceduta insieme alla parte sana di Banca Marche a Banca Ubi, che ha acquistato le due banche salvata nel novembre 2015 alla cifra simbolica di euro uno.
Questo perché la banca non è sana nonostante le perdite siano finite al Fondo di risoluzione, il veicolo finanziato dalle banche per salvare Banca Etruria, Banca Marche e altre due banchette Carife e Carichieti.

Inoltre Ubi dovrà fare un aumento di capitale...

Post popolari in questo blog

Cosa sono i numeri speciali?

I numeri speciale che ogni tanto i clienti delle compagnie telefoniche si ritrovano in bolletta, delle volte senza comporre il magico numero, sia per telefono che per internet (per gli utenti che non hanno ADSL )sono quei numeri che iniziano con 1,4, 7, 89.

I numeri speciali che iniziano con 1 sono di tipo informativo esempio i numeri Telecom187, 191 che sono gratuiti poi ci sono 199, 144, 166 sevizi aggiuntivi numeri per assistenza tecnica che sono a pagamento, tipo il servizio della tv satellitare, assistenza per elettrodomestici e cosi via...

I numeri speciali che iniziano con 4 sono per servizi aggiuntivi per usarli si deve chiedere l'attivazione e vengono fatturati a parte.

I numeri speciali che iniziano con 7 sono i numeri usati per la navigazione in internet per gli utenti che non usano ADSL.

I numeri speciali che iniziano con 89 sono numeri a pagamento che costano un occhio della testa e ogni tanto te li ritrovi in bolletta senza averli usati giusto per fare un esempio …

Come guadagnare 1000 euro, con un metodo facile

Il metodo per guadagnare che sto per ilustarvi è semplicissimo. Per guadagnare 1000 euro non dovete frequentare corsi pagando migliaia di euro, su come acquistare case senza soldi per rivenderle, come vincere in borsa usando gli strumenti derivati, e dopo il primo investimento perdere i vostri sudati soldi, e scoprire che il 95% di chi speculain borsa perde tutto se non di più nel giro di 3 mesi. Mentre se partecipate ai corsi dei ciarlatani di turno le statistiche dicono che si riesce ad arrivare fino a 6 mesi, dove gli unici a guadagnare sono banche sulle commissioni e venditori dei corsi inutili.
Non dovete abbonarvi ad un servizio di numeri al lotto, oppure telefonare al mago visto in tv per acquistare l'amuleto magico, e acquistare un libro su come vincere al superenalotto. Il metodo per guadagnare che sto per illustrarvi è facile, sicuro ed è stato testato.


Fatta la doverosa premessa spieghiamo il trucco per come guadagnare1000 euro, è semplicissimo. Prendete un pezzo di cart…

Cos'è un Provider

Cos'è un Provider?

Il provider o ISPinternet service provider è una società, un fornitore di servizi, che gratuitamente (una volta) o a pagamento offre l'accesso a internet a privati ed aziende, ad esempio Telecom, Tiscali, Libero sono dei provider. Ogni provider dispone di vari punti di accesso alla rete nell'intero territorio, chiamati POP,
Oltre a fornire l'accesso ad internet diversi provider offrono caselle di posta elettronica, spazio web per creare il proprio sito, registrazione del dominio.