Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Ottobre, 2014

Ma Google non riconosce i falsi...

Google è alla continua ricerca di algoritmi che possano migliorare i risultati di ricerca. Sia per migliorare l'esperienza dell'utente per mostrargli risultati pertinenti e di qualità. Ma anche per guadagnare sempre di più. I sui ricavi sono messi a rischio dalla continua avanzata di Facebook, che sta diventando  una grossa minaccia per gli introiti pubblicitari di Google. Cosi rivede continuamente i sui algoritmi aggiornandoli con sempre più frequenza. E modificando i risultati di ricerca. Da poco ha rilasciato una nuova versione di Panda e del Pinguino. Che secondo Google dovrebbe eliminare lo spam e premiare i siti di qualità.
 Purtroppo per noi l'algoritmo non riconosce i falsi. E mi spiego meglio .

Quando si fa una ricerca  può capitare di trovare in cima alla lista dei risultati dei siti ben fatti,con una bella grafica, dove non c'è nulla fuori posto. Ben curati con articoli lunghi, senza orrori ortografici, grammaticalmente corretti. Ma nonostante questo mostri…

Quando tutti usano Facebook è arrivato il momento di abbandonarlo

Ormai tutti usano Facebook, la nonna con le sue ricette, il macellaio sotto casa, il fruttivendolo che sta al fondo della strada, il bar all'angolo, la tipa della merceria, il tipo della bancarella del mercato che vende alimentari . Anche le vendite porta a porta si sono trasferite su Facebook. Orrendi gli occhiali da sole sponsorizzati su migliaia di profili Facebook, nella speranza che qualcuno li acquisti. 
Peccato che ancora non hanno imparato ad utilizzarlo. Si perchè chi ha un attività potrebbe farsi la sua paginetta. E invece no! Apre un profilo Facebook e si va a caccia di amici . Chiedendo l'amicizia a migliaia di persone che anche se accettano la richiesta di amicizia non gli importa nulla della tua attività. Non trasformerai mai le tue false amicizie di Facebook in clienti.
E un vecchio detto, che andava di moda nell'autunno del 1929 dice: “Quando tutti usano Facebook è arrivato il momento di abbandonarlo”. Se va avanti così in molti si stuferanno di utilizzar…

Onorevole usa meno i social network, usa di più il cervello, messo male

Che dire di questi onorevoli che anche quando usano i social sono poco onorevoli. Secondo me i politici prima di aprire un profilo su Facebook o Twitter dovrebbero fare un corso su come si usano. Specie se ricoprono cariche più importanti di un semplice onorevole. Se invece hanno qualcuno che gestisce i loro account, allora scelgano meglio le persone che gestiscono gli account.

Provocazione, ma forse no. Grillo l'euro è spacciato, non serve il referendum

Sapete che vi dico, Grillo può farne anche a meno di perdere tempo a sguinzagliare i suoi per raccogliere milioni di firme per fare un referendum, per sapere cosa vogliono fare gli italiani se rimanere nell'euro o uscire. Primo perchè anche se gli italiani votassero a favore dell'abbandono della moneta unica, non possiamo uscire dall'Area Euro. Vedi Grecia, Portogallo, Irlanda e Cipro tenute all'intero dell'Area Euro con i denti per evitare precedenti. In questo gioco al massacro si può entrare e non uscire. Non è prevista nessuna regola per uscire, 
Secondo, se continua così e anche l'economia tedesca rallenta al punto da farli finire in recessione,saranno i tedeschi a mettere fine al progetto fallimentare dell'euro. Cercando una soluzione per tornare al vecchio marco. Appena il gioco inizia a non essere più divertente nemmeno per loro ne vedremo delle belle. Altro che austerity e rigore. Sarà la fine dell'Europa gemano-centrica. Anche Frau Merkel ini…

La Parodia di Berlusconi

Da quando al governo c'è lui, l'uomo ormai definito la parodia di Berlusconi, cosa è cambiato? Nulla. Però bisogna dare a Matteo Renzi il merito di aver pigiato il piede sull'acceleratore,praticamente a tutto gas. Peccato che nel serbatoio non ci sia il carburante per metterla in moto questa italietta. E non ci sono nemmeno i soldi per fare rifornimento. Se non manovre senza denaro, andare avanti e indietro a spinta. Insomma quelle riforme che non costano nulla. O finti tagli di tasse per poi alzarne di altre.
Ma gli italiani non lo sanno perchè ancora una volta, come è successo con Berlusconi, si sono fatti abbindolare da lui e dal suo cerchio magico. Volti di giovani fanciulle definite da qualcuno cameriere di Matteo . E credono che Renzi, che fino all'altro giorno girava la ruota della fortuna, riesca nel miracolo. Vedremo...