Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Gennaio, 2010

E' solo una guerra tra poveri

Quanto sta avvenendo in queste ore per le strade di Rosarno è solo una guerra tra poveri.
Da una parte abbiamo i braccianti agricoli africani che lavorano in nero, senza contributi e assicurazione per eventuali infortuni sul lavoro, per 20 euro al giorno, e questi 20 erui li devono dividere con il caporale che gli ha trovato il lavoro, perché non è che tutti gli immigrati lavorano, no. Lavorano solo quelli che dicono loro, i caporali.
E dormono in baracche e capannoni se gli va bene, sempre se non dormono in qualche cisterna che una volta veniva usata per l'olio, vedi le immagini di ieri sera al tg3, che lo Stato chiama centri di ricovero, topaie allestite per far alloggiare la manodopera clandestina utilizzata principalmente per la raccolta di mandarini e arance, si perché l'80% di chi è sceso in strada in queste ore a Rosarno è clandestino.

Dall'altra parte ci sono gli abitanti di Rosarno che si sono dovuti barricare in casa e salire sul terrazzo e mentre le loro auto pren…

Nel 2010 si tagliano le tasse. Anzi no

Fa piacere vedere a Studio Aperto le immagini del premier in vacanza, mentre passeggia per le strade di una località francese, stringe le mani dei suoi sostenitori e fa foto.
E si perché anche in Francia il premier è molto amato, solo in Italia non si capisce perché qualcuno provi per il premier un sentimento diverso dall'amore.
Fa piacere rivederlo rigenerato, ritemprato, senza cerotti, senza bende, e soprattutto senza bandane, rimesso a nuovo, dopo che un souvenirs raffigurante il duomo di Milan gli è finito in faccia.
Fa piacere rivederlo bello carico pronto per iniziare a lavorare.
Lavorare? Perché è un lavoro quello.
Ma ancora deve iniziare ad occuparsi dei problemi del paese ed il nuovo anno è iniziato con un giallo, su delle frasi pronunciate dal premier.
Come spesso accade quando parla Berlusconi non sai mai se l 'ha detto non l'ha detto, si pare che intervenendo ieri in collegamento telefonico in una riunione degli europarlamentari a Torino il premier abbia detto che …