Passa ai contenuti principali

Post

Nasce il primo governo senza portafoglio...

Finalmente abbiamo un governo, abbiamo rimandato di qualche mese le elezioni, ma sarà un governo tutto a destra, con il primo ministro che avrà due vice che contano più del premier. Ma non potevano fare la staffetta? Sarà interessante capire quante promesse fatte in campagna elettorale riusciranno a mantenere dal reddito di cittadinanza tanto atteso al Sud, perchè sono convinti che il Movimento 5 Stelle riuscirà a dargli uno stipendio.

O alla flax tax tanto attesa al Nord che hanno votato Lega, Forza Italia e Fratelli di Italia perchè si attendono una forte riduzione del carico fiscale e le strade più sicure...
 Il problema è che ogni decreto senza copertura, o senza le dovute garanzie, sarà bloccato dal Capo dello Stato, che non solo diventerà garante di questa legislatura, ma anche capro espiatorio in caso il nuovo governo non riuscirà a mantenere le promesse.

Abbiamo avuto un saggio qualche settimana fa sul caso Savona defenestrato dal Presidente della Repubblica e che rientra …
Post recenti

I pop corn gli andranno di traverso...

I voti persi dalla sinistra e dal Pd sono finti al Movimento 5 stelle, è normale che oggi dopo l’accordo tra 5 stelle e Lega la reazione di chi ha votato il movimento sia di smarrimento e nausea. La maggior parte dei votanti dei 5 stelli provengono da sinistra e non si rivede nelle idee politiche di Salvini.
E non può stare tranquillo nemmeno il pd di Renzi altro altro che stare seduto con il sacchetto di pop- corn in mano e gustarsi lo spettacolo. E vedere come andrà a finire questo mostro a due teste che dovrà governare nelle prossime settimane l’Italia e dialogare con i volponi delle istituzioni europee che non vedono l’ora di stringere la corda che ci hanno messo attorno al collo
Comunque vada sia in positivo che in negativo le colpe ricadranno anche su Renzi che ha evitato di formare un governo con la galassia grillina convinto che da questa situazione il Pd possa risalire.  A beneficiarne sarà ancora una volta Berlusconi che per “il bene delle istituzioni” si è tirato fuo…

Da rottamatore a rottamato

Gli incentivi elargiti in passato per conquistare gli italiani, e la piccola ripresa economica, per ora visibile solo al Nord, non sono bastati al Pd per riconquistare la fiducia del paese.
 Stiamo parlando di un partito che prima della scissione con Bersani e company aveva quasi il 40% adesso riesce ad arrivare appena al 18%.

 Evidentemente le promesse della Lega su immigrazione e taglio delle tasse, e il reddito di cittadinanza dei Cinque stelle hanno fatto più presa sull’elettorato.

 L’unica nota positiva di queste elezioni che in molti hanno ammesso la sconfitta. Negli anni passai tutti vincevano e nessuno perdeva...
 Che fine farà il povero Renzi che era arrivato al potere dando un bel calcio nel sedere al povero Letta?

Come diventare ricco. La guida definitiva

Anche tu stai cercando un modo per diventare ricco?
E’ il sogno di tutti trovare la ricchezza il sacro grall degli anni duemila che solo in pochi riescono a trovare. Ma come hanno fatto i ricchi a diventare ricchi? Esistono delle regole da seguire, uno stile di vita, un comportamento da adottare per diventare ricchi?
Se bastasse un insieme di regole da seguire per trasformare un povero in ricco basterebbe metterle in pratica e nel mondo non ci sarebbero così tanti poveri e pochi ricchi.
Bill Gates, Warren Buffet, Marck Zuckerbeg non sarebbero casi isolati ma la regola.
Pensa che la ricchezza del mondo è in mano al 10% della popolazione.
Gli altri passano la loro misera esistenza a lavorare come schiavi per un misero salario che nemmeno basta, ad ammalarsi, a pagare tasse e debiti, a patire la fame. E a seguire il mito di fare soldi facile in fretta e come diventare ricchi. In pratica diventano un attivo dei ricchi…
Se poi guardiamo la realtà italiana la situazione è deprimente non e…

E adesso tacete...

Cosa ci ricorderemo della campagna elettorale del 2018? Tante promesse elettorali, e tane botte in piazza, con manifestanti che si sono presi a coltellate, bottigliate in testa e mazzate di botte .
Questa è la triste storia che i media stranieri hanno raccontato dell’Italia nelle ultime settimane.

 Non è normale che un paese come l’Italia il terzo per importanza dell’Unione Europea, durante le elezioni si prenda a mazzate.
 Vedono forti somiglianze con la Grecia, e ci ricordano che il Bel Paese è il secondo Stato dell’Unione con il più alto indebitamento, prima di noi c’è la Grecia. Un paragone che non sta in piedi, nonostante tutte le difficoltà l’Italia è ancora mezza solida.

 Mezza perchè l’altra metà ormai se l’hanno mangiata, ma ci basta per stare in piedi.
 Ma è questa l’immagine che politici e manifestanti hanno dato dell’Italia in questo periodo pre- elettorale.
E adesso tacete, smettetela di bucare i palloni, andate a votare e vinca il meno peggio...

E' arrivata la Boriana...

Camminare per strada a piedi con la neve non fa male, anzi con il traffico bloccato la città è ancora più vivibile, devi solo fare attenzione a dove metti i piedi per non scivolare. Vedere le città paralizzate con uffici pubblici con poco personale per un po' di Burian il vento gelido che arriva dalla Siberia. Che fa scendere, anzi precipitare, le temperature e porta un po ' di neve è ridicolo. Tutto questo perchè gran parte le città italiane non hanno un piano neve per mancanza di soldi, attrezzature, personale formato . Per non parlare delle rete ferroviaria bloccata. Ma alla fine questa è l'Italia basta una piccola emergenza per bloccare tutto. Impariamo a prevenire questi scenari perchè i cambiamenti climatici porteranno abbondanti nevicate anche in zone dove fino da oggi erano rare, con riduzione delle giornate con pioggia, ma con forte precipitazioni, e aumento delle temperature.

Promesse elettorale

Perchè in questa campagna elettorale tutti i partiti politici promettono tanto sapendo che non potranno mantenere le promesse?

 In tutte le campagne elettorali di promesse non  mantenute ne sono state fatte tante. Nella campagna elettorale del  2018 si promette molto di più delle precedenti elezioni.
 O pensano che gli italiani siano scemi, oppure sono talmente indietro nei sondaggi che promettono qualsiasi cosa per risalire di qualche punto.
 Sapendo che per tagliare tasse, aumentare le pensioni , fare il reddito di cittadinanza,  incentivi vari, non ci sono le coperture. E nemmeno la modesta crescita economica di questi mesi riuscirà a far scendere il debito pubblico.

 Negli anni passati quando un partito politico era indietro nei sondaggi, oltre a sparare cazzate, acquistava spazi pubblicitari. Nel 2018 con i partiti senza un euro, oltre a giurare sulla Bibbia e tenere un rosario in mano, si fanno promesse perchè non costano niente.

 Ma si promette tanto anche perchè le probab…