Passa ai contenuti principali

Post

Verso la web tax

In Italia si fa fatica a trovare appena 3,5 miliardi di euro per rispettare i vincoli imposti dalla Ue. Così per trovarli si devono introdurre nuove tasse, come la web tax che forse colpirà i giganti del web che operano in Italia, ma pagano le tasse nei paesi dove hanno la residenza fiscale. Ma anche la tassa per le case vacanza e i bed and breakfast ribattezzata tassa Airbnb.

 Il problema è che questo tipo di tasse rischiano di essere bocciate da Bruxelles. Forse è meglio per il governo sguinzagliare l’Agenzia delle Entrate, come ha fatto per Google cge pagherà i 300milioni di euro come richiestro dal fisco italiano e Apple, e cercare di raccimolare il più possibile. Invece di mettere nuove tasse che diventeranno una barriera per l’ingresso di nuove società in italia. Ma saranno   uno scudo protettivo per chi opera già in Italia, che potranno mantenere la loro quota di mercato.

 Se queste proposte saranno votate da Camera e Senato, quindi diventeranno legge, l’Italia sarà una del…
Post recenti

I fantasmi di Etruria minacciano il governo

Quanto scrive Ferruccio De Bortoli sul suo nuovo libro che la Boschi ha chiesto a Ghizzoni, quando era dirigente di Unicredit, di acquistare Etruria penso che sia vero. Per dovere di cronaca la Boschi ha smentito le indiscrezioni del giornalista, e ha sguinzagliato i suoi avvocati. E da Unicredit non hanno confermato il retroscena, ma forse hanno smentito.
Anche se sbagliato visto che tra i dirigenti di Banca Etruria figurava anche papà Boschi, non ci trovo niente di male che un ministro, ex oggi, parli con i vertici delle banche per salvare una banca. Scherzo :(, non vorrei ricevere la lettera di qualche avvocato.
Non dimentichiamo che Etruria non trovava un compratore. Solo la Popolare di Vicenza a inizio 2015 aveva manifestato interesse per la banca toscana. Ma nel giro di pochi mesi si scoprì che si era trattato di un grande bluff del vignaiolo. L’aumento di capitale della Popolare di Vicenza che serviva per raccogliere soldi per fare acquisizioni, in realtà era servito per sistemar…

Ma tu sei dentro o fuori la restrizione?

Ma del filtro restrizione di Youtube ne vogliamo parlare? Anzi no! Per un approfondimento guarda i video su Youtube, o cerca in rete cosa è accaduto a causa delle Fake News, e della ritirata momentanea degli inserzionisti da Youtube.
 Per semplificare possiamo dire che il filtro restrizioni, algoritmo che divide i contenuti in quelli adatti a tutti, da quelli adatti solo per un pubblico adulto, è stata la risposta di Youtube agli inserzionisti che hanno boicottato la piattaforma.
Che un bel giorno hanno deciso di non spendere nemmeno un dollaro in pubblicità su Youtube, in attesa di risposte.
 Dopo che la loro pubblicità è finita su diversi video che inneggiavano odio razziale, terrorismo ecc.. Una risposta forte che sta mettendo in ginocchio diversi Youtuber che da un giorno all’altro si sono ritrovati con un calo di visualizzazioni e dei guadagni. In Italia il calo è ancora più forte perché è un mercato piccolo.

Ritorniamo al passato 2012..
 Un po’ quello che è accaduto anni fa, n…

Sul web c'è troppa cattiveria

Sul web c’è troppa cattiveria, ma il web è fatto di persone quindi le persone sono cattive. Comunque, farei distinzione tra i messaggi.
 Quelli lasciti da esseri umani dietro finta protezione dell’anonimato che si sentono autorizzati a dire di tutto. E commentare in ogni posto sul web dove è prevista la possibilità di lasciare un commento. Ai messaggi creati dai bot,per portare traffico e alimentare la discussione.
 Media e giornali si sono accorti troppo quanto sta accadendo sul web, è trattano questo argomento con troppo superficialità. Con l’obbiettivo finale di discreditare il web e non di educare le persone a utilizzare meglio il web, e altri gadget tecnologici diventati di uso quotidiano.
Ma attenzione anche ai messaggi violenti, cattivi, ineducati, chiamateli come volete creati per dare visibilità alla star, politico, cantante, personaggio  famoso o meno. Tra poco il tema violenza sul web e cyberbullismo sarà abbandonato per parlare di il televisore o il frigorifero ci spia…

Fate schifo!!!!

Fate schifo, si può dire oppure è troppo forte intitolare un post con fate schifo!!! Invece di andare in televisione a parlare di web tax, digital tax, e altri modi per aumentare le tasse e fermare il progresso. State in Parlamento lavorate e approvate le leggi che sono ferme da dieci anni, che per voi sono troppo scomode per essere approvate. Sono troppe le persone abbandonate al loro destino che soffrono e che attendono aiuti...

Google non conosce le copie parte seconda

Google non riconosce la roba scopiazzata avevo già scritto questa cosa molto tempo fa. Ti faccio un esempio per farti capire, forse, ma ti avviso che non l’ho capito nemmeno io. Di recente brand conosciuti sul territorio italiano hanno iniziato a creare un loro blog o magazine, non usano solo la pagina di Facebook. Tra l’altro poco movimentata nonostante il milione di mi piace e le migliaia di condivisioni. Perché il brand è conosciuto ma gli utenti di quella pagina sono poco attivi. Qualcuno li attivi…

Il prelievo forzoso lo può fare solo..

Sono settimane, anzi mesi che gira su internet questa voce sul prelievo forzoso in stile Amato 1992. Se in quel periodo none esistevi cerca su google cosa è fece il Governo Amato nella calda estate del 92, per portare soldi nelle casse vuote dello Stato, avvenne tutto in una notte di luglio. Oppure vai sui siti dei quotidiani online e cerca nell’archivio storico.