Passa ai contenuti principali

Post

Lo sconto razzista

Se il Museo Egizio fa lo sconto alle persone di lingua araba   è razzista. Quindi lo sconto è razzista...

C'è chi fino all'altro giorno pensava che il Museo Egizio fosse solo a Il Cairo,  o El Cairo, Egitto, invece no.
 Grazie a questa polemica scoppiata in piena campagna elettorale hanno scoperto che il Museo Egizio c'è anche a Torino, Piemonte, Italia, Europa, mondo .

Quello che non sanno in molti è che uno dei più importanti musei italiani conosciuto in tutto il mondo.
Se vai a Roma non dimenticarti di andare a Piazza San Pietro a fare un saluto a Francesco. Se passi da Torino non dimenticarti di andare a visitare il Museo Egizio.

Di recente in Italia è tornato alla ribalta per una particolare promozione rivolta alle persone di lingua araba. Si entra in due ma paga solo uno, ovviamente se siete di lingua araba.Credo che sia diverso tempo che questa promozione va avanti, ma in questo periodo è stata rinnovata. Mai periodo fu più sciagurato. Perchè è stato un assist alla…
Post recenti

No alle larghe intese

No dice Renzi all’inciucio con Berlusconi e la Destra. Mai con Renzi dice Berlusconi. La sinistra anche ripudia Renzi ,ma potrebbe aprire a un governo cinque Stelle.
 Ma la verità è che se dalle urne il 4 marzo non esce una coalizione vincente, vedi Berlusconi-Destra. O un partito vincente, vedi Pd o movimento Cinque Stelle,
 Non si ritornerà al voto ma Mattarella darà l’incarico a qualcuno di formare un Governo a larga maggioranza come quella che ha governato l’Italia dal 2011 ad oggi.
Altro che aumento delle pensioni a mille ero, o cancellazione delle riforma Fornero.
A questo punto mi domando ma a cosa serve andare a votare se so già che il mio voto non servirà a nulla?

Senza incentivi non si va avanti...

Dati economici comunicati dall'Istat sorprendentemente buoni, anzi ottimi secondo gli artefici di questi risultati La verità è che l’Italia va meglio degli ultimi anni perchè ha agganciato la ripresa europea. Altro che incentivi di Renzi che hanno creato milioni di posti di lavoro. Anzi gli incentivi di Renzi hanno creato più precariato.

 In futuro se si vuole mantenere questo livello di occupazione si dovrà diventare ancora più precari. Perché le aziende senza incentivi non assumono. E gli incentivi producono forme di contratto particolari che qualcuno dovrà pagare per far incassare ad altri gli incentivi
I problemi arriveranno quando la ripresa europea inizierà a rallentare, e lo scenario è preoccupante visto che siamo in un mondo con bassa produttività e sempre più anziano.

Ma mettiamo da parte le negatività e facciamoci influenzare dall'ottimismo di questi tempi...

Web Tax tassa sui colossi del web o sulle transazioni?

Sai chiaro i colossi americani come Amazon, Apple, Facebook, Google, devono pagare più tasse in Europa. Gran parte della liquidità che hanno in cassa è stata realizzata anche grazie ai vantaggi fiscali che hanno ottenuto nei paradisi fiscali europei. E alle mancanza di norme europee sulla stabile organizzazione.
Ma non è introducendo una tassa tutta italiana, con il nome inglese di web tax sul ricavato che si fanno pagare più tasse a tutte quelle società che operano sul web e non hanno una stabile organizzazione in Italia.

 Se gli altri paesi dell’Unione non hanno ancora applicato una web tax, nonostante stiano discutendo a Bruxelles. Non è perchè sono meno intelligenti degli italiani, ma solo perchè non vogliono bloccare l’economia digitale. Ed evitare che le poche aziende tech che investono nei loro paesi prendano la strada dei paradisi fiscali europei. Vedi Irlanda, Regno Unito, Olanda, Lussemburgo, Malta.

 La web tax italiana che prevede un imposta del 6% sul fatturato , e non su…

Arriva il kit anti-bufala

Le fake news, o notizie false, ci sono sempre state. Una volta si utilizzavano stampa e televisione per lanciare mezze verità nella speranza di influenzare l’opinione pubblica e cercare di indirizzare il voto. Oggi che i giornali li leggono in pochi e la televisione ha un peso minore, si utilizzano altri canali il web che la maggioranza delle persone utilizza per informarsi.

 Ma è anche più facile fare disinformazione a costi minori.
 Quanto influenzano l’opinione pubblica le fake news? Forse tanto, forse poco, in percentuale stiamo parlando di uno 0, qualcosa.
 E questo 0, qualcosa come può determinare il voto?

 Davvero gli italiani che da tempo hanno abbandonato i giornali perché non si fidano di quello che leggono, riescono a farsi influenzare da quello che leggono su internet?
Ma una cosa certa che questa caccia alle streghe sta togliendo l’attenzione su temi importanti come scuola, sanità, fisco, lavoro, economia, fallimenti bancari. Siamo troppo vicini al voto e qualsiasi decr…

Come riconoscere una fake-news?

Un decalogo per aiutare i giovani a riconoscere e indivudare le fake-news cosa è falso da cosa è vero. Ci sta, è lodevole l’iniziativa della Boldrini che mette nelle mani degli studenti una serie di strumenti per identificare chi dice la verità o chi non la dice. Anche dopo le elezioni Usa dove si dice che le Fake-news, notizie false, hanno portato alla vittoria Donald Trump.

 Il problema però non sono i giovani nativi digitali, ma quelli che sono arrivati prima di loro senza una educazione tecnologica. Non sanno nemmeno come si usa il telefonino , figuriamoci se riescono a capire quando una notizia è stata scritta per influenzare l’opinione pubblica. E quando è stata scritta per informare.

Perchè il problema non è capire se una notizia è vera o e falsa, non ci vuole molto a individuare un sito che scrive solo notizie false e detichettarlo come tale, anche Google e Facebook hanno realizzato un algoritmo per identificar ei siti di notizie false. Oppure se una notizia su Facebook scrit…

E' troppo facile arrivare al potere?

Negli ultimi tempi abbiamo assistito all’ascesa al potere di individui di fama discutibile. Vedi Trump negli Stati Uniti dove sembra che la sua popolarità, dopo nemmeno un anno di insediamento alla Casa Bianca sta andando a picco. Gli americani si sono pentiti di averlo votato?
Possibile che nemmeno la riforma fiscale promessa riesca a risollevare l’indice di popolarità di Trump?

 Difficile pensare che la sua vitoria sia da attribuire solo alle fake news che circolavano su Facebook e nei siti spazzatura creati per influenzare il risultato delle elezioni.
Più facile pensare che i social e internet hanno aiutato Trump ma non hanno determinato il successo, in un paese dove l’industria manifatturiera arranca e crea disoccupazione e forti diseguaglianze sociale e discriminazione salariale.

 Per farla breve da uomo di spettacolo sta portando aventi uno show con promesse che difficilmente potrà mantenere.

 Se invece voltiamo lo sguardo nel nostro amato Vecchio Continente troviamo il tipo st…