martedì 27 settembre 2016

Se uniamo le cosche 100mila posti di lavoro in più


Il buon Matteo vuole riprendere il progetto del ponte sullo stretto. Per chi non sapesse di cosa si tratta,  Renzi ha ripreso

giovedì 22 settembre 2016

Niente giuchi Olimpici per Roma

Polemiche assorde e non condivisibili quelle sui giuchi Olimpici del 2024, dove il sindaco di Roma come promesso in campagna elettorale ha deciso di ritirare la candidatura di Roma alle Olimpiadi del 2024, dopo che il precedente sindaco Marino nel 2015 aveva approvato.

martedì 20 settembre 2016

Amche Gianni Morandi fa la spesa alla domenica


Cosa spinge Gianni Morandi a fare la spesa alla domenica in un noto supermercato e poi farsi anche fotografare e pubblicare la foto su Facebook non lo so. Anzi per essere cattivi

mercoledì 14 settembre 2016

Fai attenzione con chi ti fai filmare...

Purtroppo quando pubblichiamo qualcosa sul nostro blog, sito, pagina Facebook, Google+ o Youtube ne perdiamo il controllo. Per questo in rete non dovrebbero mai finire fatti di vita privata. Ma purtroppo stiamo attraversando un momento particolare della nostra esistenza siamo nell’era dell’esibizionismo, e ci vengono messi in mano degli strumenti tecnologici dalle potenzialità infinite. E noi cosa facciamo li utilizziamo nel modo peggiore, non li usiamo con buonsenso.

La ruota di Renzi sta per smettere di girare


Anche se Renzi vince il referendum le sorti del suo Governo sono segnate, l'intromissione degli americani che sono entrati a gamba tesa cercando dii influenzare il voto ci fanno capire che la situazione di Renzi e dell'Italia è veramente complicata. Non è escluso che dopo le votazioni in Germania qualcuno decida di dare un bel calcio nel sedere agli italiani e farli uscire dall'Unione.

venerdì 9 settembre 2016

Matteo il referendum e MPS



Mi sa che Matteo sta per combinare un altro bel pasticcio con il Monte Paschi di Siena. Speriamo che il saggio Padoan vigili su di lui. 

La paura di perdere al referendum costituzionale in programma, a proposito qualcuno conosce la data del referendum? Doveva svolgersi a ottobre, poi hanno posticipato a novembre. A questo punto viene da pensare il 25 dicembre .
Gli sta facendo compiere azioni azzardate, come quella di togliere di mezzo l'ad del Monte Paschi Viola che stava lavorando alla messa insicurezza della banca senese e sostituirlo, vedremo con chi.
Per fare un favore al consorzio delle banche guidate da Mediobanca e JP Morgan, che forse dovranno garantire l’aumento di capitale pari a 5miliardi, per una banca che ne capitalizza appena 600milioni di euro. Che non vedono di buon occhio Viola che dal 2012 ad oggi ha effettuato due aumenti di capitale pari a 8miliardi di euro che non sono serviti a nulla.

Sostituire l'amministratore delegato significa non cambiare, ma modificare il piano di messa in sicurezza della banca senese, e a questo punto allungare i tempi per l’aumento di capitale.

Matteo stai sereno che andrà tutto bene, vincerai il referendum costituzionale, e le banche italiane sono solide come la scuola di Amatrice messa in sicurezza dopo il sisma di L’Aquila.

domenica 28 agosto 2016

I terremoti non si possono prevedere, ma esiste la prevenzione

Purtroppo i terremoti non si possono prevedere, non abbiamo strumenti e conoscenze matematiche da permetterci di realizzare modelli capaci di prevedere quando,dove e a quale profondità ci sarà un terremoto e di quale magnitudo.

sabato 18 giugno 2016

Analfabetismo finanziario ecco a chi fa comodo

Forse un giorno ci sarà una legge per introdurre l'educazione finanziaria nelle scuole, già forse. Ma ecco perchè a banche e Stato fa comodo che gli italiani siano scarsamente preparati in educazione finanziaria. Se gli italiani sono scarsamente preparati in educazione finanziaria è anche per colpa di chi in questo paese per necessità non li ha educati a temi così importanti come quelli del risparmio. Necessità? Certo,perchè un risparmiatore analfabeta fa comodo alle banche. Acquisterà solo un certo tipo di prodotti senza conoscere rischi e costi. Non ha caso in questo paese gli italiani sono pigri a cambiare banca e conto corrente, nonostante molti siano titolari di conti con costi più alti della media. O sottoscrive polizze vite, fondi, obbligazioni, poco conveniente e troppo costose solo perchè gli sono stati consigliati dallo sportellista amico. Oppure investe in prodotti con un profilo di rischio sbagliato che in futuro diventeranno perdite. Ma anche nella scelta del mutuo per l'acquisto dell'abitazione, o del prestito. Lo farà senza conoscere la differenza tra il tasso nominale annuo che viene messo in bella evidenza, e il tasso che andrà effettivamente a pagare. Allo Stato, perchè il risparmiatore investirà gran parte dei soldi in Titoli di Stato. Sappiamo a quanto ammonta il debito italiano e la difficoltà di attirare investitori esteri. Non ha caso dall'aumento della tassazione sulle rendite finanziarie sono stati salvati i titoli di Stato che godono ancora dell'aliquota al 12,5%. Alla fine l'analfabetismo finanziario fa comodo a tutti, e anche all'autorità che devono vigilare perchè potranno scaricare le colpe dei tanti casi di risparmio tradito sulla bassa educazione finanziaria degli italiani.

venerdì 3 giugno 2016

Se non lo sai insegnatelo

Se non scrivi in modo spontaneo, naturale, leggibile,si capisce che l'articolo che hai pubblicato è stato scopiazzato da chi lo ha pubblicato prima di te, che ha sua volta la scimmiottato da un altro, che ha sua volta lo ha ripreso da un quotidiano e ne ha fatta sua la paternità in rete. E tu hai solo seguito il gregge e cambiato  i sinonimi.
 E si capisce da lontano che l'argomento che stai trattando non lo conosci.
Quindi prima di aprire un sito per trattare  un argomento insegnatelo , leggi libri, riviste che trattano l'argomento, e solo dopo inizia parlane . Documentati insomma.

Non ci sono più soldi nemmeno per pagare i preti

E' clamoroso quanto è accaduto in Veneto ad alcuni enti religiosi che non hanno più un euro perchè avevano investito in Veneto Banca e la Popolare id Vicenza che ha causa dell'intervento di atlante hanno visto quasi azzerato il valore delle azioni. E oggi non possono pagare lo stipendio ai preti, o portare aventi progetti utili ai più poveri. Nelle settimane passate di questa triste vicenda si erano occupati solo i giornali locali.